27 Giu

La Fluoroprofilassi, un impegno a due tra lo specialista e il paziente

Un valido protocollo di fluoroprofilassi ruota attorno allo specialista: dentista e/o igienista. E' consigliato periodicamente due volte l'anno l'applicazione del fluoro dallo specialista, il quale utilizzerà gli strumenti adeguati. In seguito l'applicazione dovrà essere eseguita in modo domiciliare dal paziente per mezzo di metodi tradizionali (spazzolino) e mantenuta una volta alla settimana. Per favorire un processo automatico che possa prescindere da aeventuali buchi di memoria è preferibile scegliere, per la somministrazione topica del fluoro, un giorno fisso. Si consiglia di eseguire l'applicazione la domenica, giorno che normalmente permette di dedicare più tempo ed attenzione alla cura della propria salute.

 

 progetto_senza_titolo

 
 
Questo trattamento dovrà poi essere completato con l'applicazione plurigiornaliera di piccole quantità di fluoro. A tale scopo sono deputati i prodotti per l'igiene orale quotidiani (come dentifrici e colluttori). Tra i diversi composti di fluoro presneti nella formulazione di tali prodotti è preferibile per le sue carrateristiche di attività, tollerabilità e diffusione, è consigliabile utilizzare prodotti a base di fluoro amminico che permette di raggiungere gli spazi più difficile della bocca. 
 
  •  Prevenire la formazione della carie

Il fluoro amminico rinforza lo smalto proteggendolo dagli attacchi acidi dei batteri. 

  • Rimineralizzare lo smalto

Il fluoro amminico favore il ripristino dei minerali persi dallo smalto dei denti

  • Protezione dello smalto

Lo smalto rimineralizzato diventa più resistente, garantendo una protezione efficace della carie.

  • Ridurre la sensibilità dentinale

Il fluoro amminico contribuisce alla diminuizione della sensibilità in presenza di colletti dentali scoperti

 

Acodental ricorda ai suoi gentili pazienti l'importanza delle visite periodiche: contattare lo 011/4335573. Prevenire è meglio che curare! 

Se l'articolo ti è piaciuto condivilo: